Era il 12 marzo del 1990 quando un gruppetto di giovani, nel primo pomeriggio, si recava dal Notaio per siglare lo statuto di una nuova realtà: la Cooperativa sociale Cabiria. Li accompagnava, come al solito con tanto entusiasmo, Mario Tommasini. Sono passati trent’anni.

 

Insieme per un unico obiettivo

Da fine anni ’90 Cabiria ha iniziato a prendersi cura anche del verde, arrivando ad essere una vera e propria impresa di giardinaggio, un terzo settore, oltre a quelli di Comunicazione e Stampa digitale.

 

Stare nel mercato producendo valore sociale, prima di quello economico, rifiutando le logiche del profitto: questa è da sempre la nostra sfida. Abbiamo dimostrato (e continuiamo a farlo) che le varie forme di disagio, di emarginazione, possono trasformarsi in risorse per la comunità. Con noi tutte le persone coinvolte concorrono agli obiettivi aziendali, indipendentemente dalla loro condizione fisica, sociale o mentale. Ci siamo impegnati nel seguire un modello imprenditoriale in grado valorizzare le competenze personali, attuando così il passaggio da assistito a contribuente. È stato Mario Tommasini ad insegnarci questa nuova cultura della “diversità”.

 

Un albero per ogni anno

Per spegnere le prime 30 candeline abbiamo donato 30 alberi alla città, messi a dimora in via Varese. Per la precisione, abbiamo piantato 30 Tigli Argentati, caratteristici per la parte inferiore delle foglie di colore, appunto, tendente all’argento. Un modo per abbellire un viale della nostra Parma, renderlo più “green”, perché ce n’è bisogno. Resistente all’inquinamento, maestoso e tollerante al nostro clima, ogni tiglio darà il suo contributo trattenendo un po’ più di polvere e rilasciandoci qualche dose di ossigeno. Un albero per ogni anno, un gesto che unisce sostenibilità ambientale e sociale.

 

Grazie a tutti quelli che hanno “camminato” con noi

Se ci guardiamo indietro siamo orgogliosi delle sfide vinte, degli obiettivi raggiunti, delle strade che abbiamo saputo abbandonare e di quelle che abbiamo saputo percorrere, delle persone che hanno camminato con noi per un piccolo o grande percorso.

 

Giovedì 11 giungo 2020 c’è stata la cerimonia inaugurale: all’evento hanno presenziato il sindaco Federico Pizzarotti, l’assessore ai Lavori Pubblici Michele Alinovi, il delegato al Decoro urbano Antonio Maria Tedeschi, il nostro Presidente Giovanni Piancastelli e Barbara Salomoni del nostro consiglio di amministrazione.